mercoledì 16 gennaio 2019

Segnalazione:"Time Vampires - Codice Agatha" di Therry Romano.

Dalla trama e dalla cover accantivante, sono felice di segnalare sul profilo questo fantasy romance. Ma ora scopriamo di più sul romanzo in uscita il 25 gennaio e sulla sua autrice.

 Info:
Titolo: Time Vampires - Codice Agatha
Autore: Therry Romano
Genere: Fantasy Romance
Formato: Cartaceo
Prezzo: Cartaceo 16,90€
Link in pre-order: Click Qui
Sinossi: Kira, un’agente di una squadra “fantasma” assoldata da un’organizzazione privata, indaga sulla strana morte del professor Krainager, amico di Max, suo capo e tutore. Dopo essere approdata a Memphis sulle tracce di un sospettato, incontra Damien, un uomo misterioso che scambia per un militare. Al loro primo contatto fisico, Kira riceve una strana scossa e una sensazione sgradevole che la destabilizza e le fa comprendere che quell’uomo non è ciò che appare. Proseguendo nelle sue indagini, scopre che Damien nasconde un segreto e l’incontro con il suo discepolo, Jamal, solleverà il velo su una dimensione sconosciuta e affascinante, che cancella tutte le razionali certezze della ragazza. Kira viene così catapultata nel mondo di esseri antichi, che appartengono a una élite di predatori. Simili a “vampiri”, sottraggono al genere umano una cosa di vitale importanza: il tempo.
 
Ti porteranno via la cosa più preziosa. Non è il tuo sangue, ma il tuo tempo. Stanno arrivando… sei sicura di essere pronta?


 Biografia autrice:
Therry Romano, laureata in Scienze dell’Amministrazione, lavora in una PA e sostiene progetti di volontariato. Sposata, due figli che adora e che la supportano.

Ha pubblicato alcuni racconti brevi come: Questioni di carta e di pizzo, Il matrimonio della cugina, Diario di una fan; una favola paranormal, Kissmet, baci dal passato, un gothic romance Un graffio al cuore, uno YA dolcissimo Una fairy per gli Scream e un fantasy Angel Down. Il prequel di Time Vampires, uscito come episodio pilota, ha raccolto l’approvazione dei lettori, dando la possibilità al romanzo di venire alla luce.


Fatemi sapere se il libro vi incuriosce o conoscevate sia l'autrice che i suoi racconti. Vi aspetto nei commenti!
 

martedì 15 gennaio 2019

Recensione: "La dama e il vento" di Rossella Fogliani.

Come un soffio di vento che ricorda una dolce carezza, ecco che "La dama e il vento" attraverso la sua melodia sconosciuta e avvolgente ci trasporta all'interno del romanzo. Un libro dai tratti delicati e misteriosi che con poco riesce ad ammaliarci e a lasciarci senza fiato.

 Info:
Titolo: La dama e il vento
Autore: Rossella Fogliani
Casa Editrice: Bookabook
Pagine: 232
Formato: Cartaceo/ Ebook
Prezzo: Cartaceo 14,00€/ Ebook 5,99€
Sinossi: Nella Parigi di fine Ottocento Erik trascorre le sue giornate tra il lavoro e la sua soffitta. Suona il clarinetto nel cortile del palazzo per la gioia dei bambini e in teatro quando serve un aiuto in orchestra.
Tutto sembra immutabile finché non vede e sente qualcosa che cambierà la sua normalità: una dama sfuggente che canta una melodia tanto bella quanto impossibile da trascrivere. La dama sembra attraversare decine di anni portando con sé la melodia che rimane un mistero e che sarà un’ombra per i musicisti che vi si cimentano…

Tre storie con quattro protagonisti diversi, un'unica melodia che ogni musicista ricerca. La musica perfetta, quella che ammalia i sensi e la mente. E poi una dama, che con i suoi veli, farà del musicista il suo: "One night man."

"Perché lui amava la musica. Si sentiva che il suo cuore batteva solo per lei. La passione era per quei suoni... i suoni stessi erano la passione."
 Erik Milshare è un semplice cameriere ma con l'innata predisposizione per la musica. La sua vita sembra un film, turni in locale che lo porterà a suonare la sua musica. Ogni musicista è sempre alla ricerca della perfezione, della melodia perfetta. La visione di questa dama che popola le sue giornate, ma anche nottate, fa divenire questa ricerca estenuante e vuota. 


"Eppure, ogni volta che si metteva lì a suonare e vedeva quei sorrisi dipinti sui visi  dei piccoli spettatori, riusciva a sognare immaginando mille avventure [...]"
La vita di Erik per qualche ragione si fonde a quella del noto pianista Derek Crowford e, dopo di lui anche altri saranno in qualche modo coinvolti in questa leggenda. Una leggenda che sembra quasi una maledizione, che s'insinua tra i cunicoli della mente dove prendono forma la fantasia e le idee. 

"Se ti raccontassi cosa ho visto ieri sera poi non saprei dirti se si trattasse di un sogno o della realtà." 
Ma chi è questa dama che impazzire gli uomini? Perché colpisce principalmente i musicisti?
La risposta a quest'ultima domanda sarebbe scontata, poiché il musicista dedica anima e corpo alla propria passione. Ma dietro di esso vi è un significato ancora più "oscuro", dove inizialmente la mente non riesce a comprendere e assimilare. 
Un mistero che ci fa impazzire, non soltanto la ricerca di questa melodia ma anche la storia dietro a essa. Una storia che ci rende folli e smaniosi di scoprire, dove tutto ciò che è, non è.

"Cosa resta dentro di te quando ami e perdi per sempre la possibilità di essere riamato?"
"Rimane un cuore ferito."  
Attraverso questo romanzo non solo si può intuire che la musica è fonte di immaginazione e di possibilità di trasportarci in mondi fantastici. Ma si insinua dentro di noi un sentimento nuovo ovvero quello della ricerca. Ma non la ricerca intesa per qualcosa di oggettistico, ma concepita e incanalata nel ritrovamento di noi stessi e non solo.
La ricerca principale dell'opera non è soltanto l'amore per la musica, ma anche l'amore che si può donare alla persona che fanno parte della vita di ognuno di noi.



Uno stile di scrittura abbastanza semplice, e lo si nota dai dialoghi lineari e forse per i miei gusti fin troppo semplicistici e alcuni un po' scontati. La narrazione all'inizio è delicata, ti entra nelle ossa e ti scava a fondo in modo da lasciar spazio alle vicende spiacevoli del libro. I personaggi sono reali, e li sentivo tali durante la lettura grazie alla loro psicologia delineata e complessa. Ognuno di loro ha passati e/o presenti rovinosi, ma nonostante tutto sono dei guerrieri che continuano a lottare per la vita o per una meravigliosa melodia. Ammetto di essermi arenata con la lettura di questo libro, poiché inizialmente la narrazione mi sembrava abbastanza lenta. Ma a partire della metà della prima parte, la storia e le emozioni hanno iniziato a prender piede, e da lì è stato sempre un crescendo. Un romanzo dove la fantasia e musica si uniscono, e danno vita al "La dama e il vento".

E tu saresti pronto a rischiare tutto, pur la tua stessa vita, per "rincorrere" questa melodia? 


  VALUTAZIONE LIBRO:







Prodotto fornito dalla casa editrice: Bookabook.


lunedì 14 gennaio 2019

Tea e libri booktag🍵.

Con il freddo di questi giorni credo sia più adatto portare un tag abbastanza "riscaldante" Bando alle ciance, sempre in collaborazione con la dolcissima Mar (trovate le sue risposte nel suo blog, click qui) . E ora di fare un buon tea accompagnato da una lettura.

Earl Grey al double bergamotto: Un libro profondo, intellettuale.

Letto un paio di anni fa e divorato in pochissime ore. E' un libro struggente e profondo. Ci s'immedesima nel protagonista al punto tale che la sua sofferenza diventa la nostra. 

Trama: La trama è semplice eppure di un agghiacciante realismo: Werther è innamorato di Lotte, di cui sa fin dall'inizio che non è libera, perché legata ad Albert. "Stia attento a non innamorarsene", sarà il consiglio di una cugina a Werther. Ma la tragedia è già innescata. Considerato il primo grande testo del Romanticismo, il Werther supera le barriere storiografiche per divenire il libro di una generazione, di tutte le generazioni, intramontabile.

Tè ricco: Un libro su cui ritorni spesso.
  Per chi mi segue su Instagram, sa la mia passione per questo libro. Ormai credo di averlo sfogliato così tante volte che ormai il mio cuore gli appartiene totalmente. Non vorrei nominarlo così spesso, ma è più forte di me. E quando ritorno a sfogliarlo, è come ritornare a casa.

Trama: Nato da esperienze autobiografiche (un incidente aereo che costrinse l'autore a un atterraggio di fortuna nel Sahara), Il piccolo principe uscì negli Stati Uniti nel 1943 e, postumo, in Francia nel 1946. La vicenda del piccolo, delicato personaggio piovuto sul nostro pianeta e desideroso di tornare dalla sua amata rosa dopo avere appreso - e insegnato a milioni di lettori nel mondo - che "l'essenziale è invisibile agli occhi" è un fenomeno editoriale globale, un bestseller assoluto nel quale testo e immagini (i celebri disegni dell'autore, parte integrante dell'opera) si fondono in un capolavoro di saggezza e poesia

 Limone: Un libro talmente veloce che è finito prima di aver assaporato le pagine.

Sono davvero tanti i libri che ho letto in pochi giorni, ma solo alcuni si distinguono per averli letti e assaporati in poche ore. E tra questi vi è "Seta" di Alessandro Baricco. Un libro "dolce" dai tratti rude e realistico.

 Trama: La Francia, i viaggi per mare, il profumo dei gelsi a Lavilledieu, i treni a vapore, la voce di Hélène. Hervé Joncour continuò a raccontare la sua vita, come mai, nella sua vita, aveva fatto. "Questo non è un romanzo. E neppure un racconto. Questa è una storia. Inizia con un uomo che attraversa il mondo, e finisce con un lago che se ne sta lì, in una giornata di vento. L'uomo si chiama Hervé Joncour. Il lago non si sa."


Camomilla: una lettura della buonanotte, rilassante e calmante. 

Datemi un libro in mano e io sarò calma... A parte gli scherzi, a me basta stare con un libro a leggere per essere tranquilla e felice. Ma quando lessi "Il circo della notte", mi trasmesse tranquillità... oltre alle mille emozioni che mi fece provare.

Trama: Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l'insegna in bianco e nero che dice: "Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all'aurora". È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l'umana fantasia dispiega l'infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l'albero dei desideri, il giardino di ghiaccio,.. Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all'unico scopo di dimostrare una volta per tutte l'inferiorità dell'avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l'uno dall'altra: l'amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.

Lady Grey: un classico perfetto per una mattina invernale.

Non ho letto molti classici, ma quello che rileggerei sotto le coperte al caldo è: Cime tempestose. Ammetto di non amare le storie sdolcinate, ma qualche volta non fanno male. 

Trama: Nella brughiera inglese, lontano dal trambusto della città, esiste un luogo in cui le passioni imperversano come una tempesta: è Wuthering Heights, la proprietà del cupo Mr Heathcliff. Rude, crudele e dotato di un carisma disarmante, Heathcliff è un uomo consumato allo stesso modo dall'odio e dall'amore. L'amore tormentato per la bella e capricciosa Catherine. Cresciuti insieme, Heathcliff e Catherine sono anime gemelle, incapaci di vivere l'uno lontano dall'altra... Ma mentre lui è solo un povero bracciante, Cathy è nata per diventare una vera signora, e ben presto il suo fascino e la sua grazia attirano gli sguardi di Edgar Linton, il ricco e gentile erede di una magione nei dintorni. Il loro destino si intreccia così in modo inevitabile, tra vendette e incomprensioni, distacchi e ricongiungimenti, e come un vento impetuoso devasta le vite di due intere famiglie. Perché niente è più distruttivo di un amore impossibile.


Arancia: un libro molto popolare che hanno letto quasi tutti.

Giusto per non citare sempre "Harry Potter", cito la saga di (...rullo di tamburi...) Shadowhunters. E' stata uno dei primi fandom di cui ho fatto/faccio parte, anche se al momento mi sono persa qualche libro... Visto che sono tante serie diverse vi cito quella più famosa ovvero: The Mortal Instruments.

Trama: La sera in cui la quindicenne Clary e il suo migliore amico Simon decidono di andare al Pandemonium, il locale più trasgressivo di New York, sanno che passeranno una nottata particolare ma certo non fino a questo punto. I due assistono a un efferato assassinio a opera di un gruppo di ragazzi completamente tatuati e armati fino ai denti. Quella sera Clary, senza saperlo, ha visto per la prima volta gli Shadowhunters, guerrieri, invisibili ai più, che combattono per liberare la Terra dai demoni. In meno di ventiquattro ore da quell'incontro la sua vita cambia radicalmente. Sua madre scompare nel nulla, lei viene attaccata da un demone e il suo destino sembra fatalmente intrecciato a quello dei giovani guerrieri. Per Clary inizia un'affannosa ricerca, un'avventura dalle tinte dark che la costringerà a mettere in discussione la sua grande amicizia con Simon, ma che le farà conoscere l'amore.


  English Breakfast: un classico in lingua inglese.

La storia di "Alice nel paese delle Meraviglie" è quella che vi posso consigliare, in modo particolare... Nonostante ciò, se leggete in lingua o lo avete già letto in italiano vi consiglio vivamente di leggerlo. 

Trama: Lewis Carroll si trovava in barca con un amico, la piccola Alice e le sue due sorelle, e per far divertire le bambine inventò una storia fantastica. Alice lo pregò di metterla per iscritto e il racconto fu pubblicato nel 1865 con il titolo "Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie". Vi si narrano le vicende di una bimba di nome Alice, che nel giorno del suo settimo compleanno, seguendo un coniglio bianco con giacca e panciotto, precipita in un magico mondo sotterraneo, dove vive strabilianti avventure e incontra bizzarri personaggi, tra assurdità e paradossi di ogni tipo. Gli stravaganti protagonisti del romanzo non sono però così distanti dalla realtà, in quanto offrono una carrellata dei difetti e delle manie del genere umano, e numerosi sono i riferimenti a personaggi e avvenimenti dell'epoca. In tutta l'opera abbondano inoltre giochi linguistici e matematici, citazioni, nonsense e figure retoriche, che fanno di Alice nel paese delle meraviglie un capolavoro di originalità, da oltre 150 anni letto e tradotto in tutto il mondo.


Canadian Breakfast: un libro anglofono, ma non british.

Ammetto di averlo lasciato in sospeso, ho un rapporto di amore e odio con questo libro. Inizialmente entusiasta di leggere in lingua questo YA, e poi verso metà libro ci si ritrova investiti di tante situazioni. Ma prometto, spero, di terminarlo a più presto anche se so che piangerò.

Trama:  È una gelida mattina di gennaio quella in cui Theodore Finch decide di salire sulla torre campanaria della scuola per capire come ci si sente a guardare di sotto. L’ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione a sei piani d’altezza. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due anime fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d’auto. È in quel preciso istante che i due ragazzi provano per la prima volta la vertigine che li legherà nei mesi successivi. I giorni, le settimane in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri e sconosciuti del loro Paese e l’amicizia si trasformerà in un amore travolgente, una drammatica corsa contro il tempo. E alla fine di questa corsa, a rimanere indelebile nella memoria sarà l’incanto di una storia d’amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti. Quel genere d’incanto che solo le giornate perfette sono capaci di regalare.


Tè verde: Un libro sano per la mente.

Un libro che consiglierei ad occhi chiusi è questo: "Vivere, amare, capirsi", letto un paio di anni fa sotto consiglio di mia nonna... E' uno di quei libri che ti apre gli occhi su aspetti della quotidianità e sulle piccolezze della vita. All'epoca non lo compresi bene il suo significato, ma credo che una rilettura quest'anno gliela devo concedere.

Trama: L'amore si impara come qualunque altra cosa nella vita. Non è definibile a parole, è piuttosto un modo di vivere, di essere e di sentirsi vivi. Se si assimila questo concetto nella forma più piena, spiega l'autore, si può alla fine ottenere dalla vita il premio più ambito: quello di essere completamente se stessi. L'arte di amare spiegata in tutti i suoi aspetti fisici e psichici.



 Il tag finisce qui, rimanete aggiornati per tutte le novità. Ringrazio Mar per aver collaborato con me, nuovamente, e andate a leggere assolutamente le sue risposte!
Fatemi sapere nei commenti se avete letto qualcuno di questi libri e quale vi ha incuriosito.

  

venerdì 4 gennaio 2019

Recensione: "Gli amici silenziosi" di Laura Purcell.

Con l'inizio dell'anno vi porto la recensione di questo libro, che è stato uno delle ultime letture del 2018. Un libro che mette i brividi, che ti lascia col fiato sospeso fino alla fine, ecco: "Gli amici silenziosi." Ammetto di essere una gran fifona infatti la notte avevo persino paura a spegnere la luce, sperando di non avere un incontro ravvicinato con questi "amici".

 Info:
Titolo: Gli amici silenziosi
Autore: Laura Purcell
Casa editrice: Dea Planeta Libri
Pagine: 382
Formato: Cartaceo/ Ebook
Prezzo: Cartaceo 18,00€/ Ebook 9,99€
Sinossi: Inghilterra, 1865. Rimasta vedova e incinta del primo figlio, la giovane e inquieta Elsie parte alla volta della tenuta del marito insieme alla zitellissima cugina di lui, Sarah. Ma in quell'angolo di campagna inglese remoto e inospitale, l'opportunità di trascorrere in pace il periodo del lutto diventa qualcosa di molto più simile a una prigionia: un esilio opprimente in attesa che l'amato fratello Jolyon giunga da Londra a salvare Elsie dall'isolamento e dalla noia. A distrarre lei e Sarah dalla cupa atmosfera in cui sono sprofondate, solo l'intrigante diario di un'antenata dei Bainbridge, Anna, vissuta e tragicamente morta più di duecento anni prima; e la stanza in cui giacciono ammassate decine di figure di legno dalle sembianze realistiche e straordinariamente inquietanti. Quegli "amici silenziosi" che Anna si procurò allo scopo di deliziare ospiti illustri, presto costretti a ripartire in circostanze mai del tutto chiarite.
"Gli amici silenziosi" è un libro in cui si mescolano il thriller psicologico e l'horror, ma la vera paura è percepita nelle ombre che si aggirano nella notte più lugubre.

[...] Torcevano la bocca e snudavano i denti mentre pronunciavano quella parola, avidi. Assassina. Come se la volessero spaventare. Lei." 
La giovane Elsie è la vera protagonista della storia, una giovane donna dal passato traumatico. Rimasta vedova e incinta del primo figlio, si troverà sommersa da situazioni angoscianti e senza via d'uscita. Ma la protagonista diverrà vittima o carnefice di questa storia? Si farà mai sopraffare dalla presenza di questi amici silenziosi?

"Sentì che il passato la sopraffaceva, come un fiume che durante le piogge ingrossa sempre di più dentro gli argini." 
Elsie non è la sola a dover affrontare sia il lutto e le strane figure che popolano la casa, ma anche Sarah, cugina del marito e unica parente prossima di quest'ultimo, si ritrovano ad affrontare quelle che sembrano solo situazioni legate alla superstizione. 
Di Sarah non si conosce molto, il suo personaggio è quasi invisibile nella storia ma nei momenti più importanti è sempre presente.

"Copro i loro visi con dei teli, ma so che sono lì che guardano. Come se sapessero cos'è accaduto. Come se questo li divertisse."
Il ritrovamento col diario non è del tutto causale, assieme alle loro vite si mescolano quella di Anne e Hetta Bainbridge. Due personaggi particolari, che mi hanno affascinato molto nel corso della storia. Anne è stata sempre consapevole di avere delle doti un po' particolari, se posso azzardare alcuni elementi legati alla stregoneria. E l'arrivo dell'ultima figlia, in particolar modo una femmina dopo tutti quei maschi non è una casualità.

La piccola Hetta muta dalla nascita, ha forse ereditato qualche dote dalla madre ma lei non riesce a esprimerlo... se non attraverso dei segni. Al primo impatto la bambina sembra dolce e molto empatica, e se pur così piccola nascondesse un oscuro segreto? 

 "Il suo viso era privo di espressione, pareva trasformata in una di quelle sagome di legno."
"Gli amici silenziosi" è una storia dai tratti gotici e noir. Dove il terrore ti si attacca addosso e nonostante tutto le pagine scorrono veloci sotto i tuoi occhi, cercando e scovando sempre più indizi assieme alla protagonista.

Attraverso una narrazione dettagliata e quasi fotografica ci immergiamo nell'atmosfera dell'epoca Vittoriana. Una scrittura ricca di Pathos, che genera adrenalina e curiosità. E' il lettore stesso che accompagna la nostra protagonista nel corso della vicenda, siamo noi mentre leggiamo che riusciamo a sentire la paura e l'angoscia di ogni situazione.
Ogni personaggio è un filo e la nostra autrice riesce ad intrecciare al meglio le vite di ognuno di essi, nessuno è meno importante o viceversa. 
Sono tutti tasselli di un grande puzzle che ci trasporta a una fine quasi surreale, dove la realtà viene mescolata alla finzione e dove tutto ciò che sembrava esser reale non lo è più. Un romanzo che ti lascia impaurita ma allo stesso tempo con l'amaro in bocca, lasciandoci proprio sul più bello dove la via d'uscita era vicina... Ma non sempre quello che crediamo di vedere, è reale.

Il silenzio, rumori sinistri e poi il buio... Riuscirete mai ad affrontare gli amici silenziosi, sfidando tutte le loro conseguenze?




 VALUTAZIONE LIBRO:
 






Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Dea Planeta Libri.

martedì 1 gennaio 2019

Buoni propositi per il 2019.

Buon primo dell'anno, cari lettori! Oggi in collaborazione con la dolcissima Mar (click qui per il suo blog) . Vi proponiamo un carinissimo booktag, con i nostri buoni propositi librosi per questo nuovo anno.


 1. Un autore che non hai mai letto e vorresti leggere quest'anno?

Sono stata sempre attratta dai libri di "Trono di Spade", e finalmente credo di essermi decisa di leggere "qualche" libro di Martin. Spero di non pentirmene, perché mi affeziono troppo ai personaggi e già so che ci saranno tantissimi morti. 


  2. Un libro che vorresti leggere nel 2019?

Con estremo ritardo sicuramente vorrei leggere "Il sognatore", me ne hanno parlato tutti molto bene e ne sono rimasta particolarmente incuriosita. 


 3. Un classico che hai intenzione di leggere quest'anno?

Non sono un'amante dei classici, vorrei leggerli tutti ma non le leggo mai nessuno. Ma sicuramente una lettura che dovrò recuperare è quella di "Il ritratto di Dorian Gray".


  4. Un libro che vorresti ri-leggere quest'anno?

Sicuramente "Il circo della notte", che ormai è diventato uno dei miei preferiti... E' uno di quei libri che riesce a donarti non soltanto mille emozioni ma ti cambia dentro.

  

5. Un libro che hai da secoli e intendi leggere quest'anno?

 Da fan di shadowhunters non riesco mai a leggere e iniziare "Le cronache dell'accademia", sono quasi due anni che è posato in libreria e mi fissa con aria di sfida...



 6. Un mattone che leggerai quest'anno?

Spero di leggere finalmente "Le cronache di Narnia", ho il volume della Mondadori e solo a guardarlo mi innamoro sempre di più... Spero che copertina, trama e tutte quelle pagine valgano davvero la pena.





  7. Un libro che hai ricevuto per natale e leggerai nei prossimi mesi?

Ho ricevuto un solo libro per Natale ed è "L'anello dei Faitoren", sono molto curiosa anche se ho letto delle recensioni abbastanza contrastanti.

  


 8. Una serie che vuoi iniziare e finire nel nuovo anno? 

La trilogia del retelling di Alice nel paese delle Meraviglie, ovvero "Il mio splendido migliore amico". Ho comprato il volume unico e spero di non pentirmene di questa scelta.



  9. Una serie che hai già iniziato ma vorresti terminare nel 2019?

Iniziata tanti anni fa la serie di "Beautiful Creatures", vorrei rileggere il primo libro per poi continuare con gli altri. Sono molto curiosa di scoprire il suo seguito.




  10. Una nuova uscita che attendi con ansia e non vedi l'ora di leggere? 

Ammetto di non aver ancora letto il primo volume di "Fidanzati dell'Inverno", ma sono così in ansia per l'uscita del secondo volume.



 11. Ti darai degli obbiettivi di lettura? se sì, quanti libri vuoi leggere quest'anno? 

Spero come quest'anno di leggere almeno 50 libri, anche se so già che sarà un periodo abbastanza duro tra esami e impegni vari.


12. hai anche qualche altro reading goal?

Per il momento no, forse più avanti ne avrò qualcuno...



Quali sono i vostri buoni propositi libreschi per quest'anno? 
  
  

lunedì 31 dicembre 2018

I libri più belli del 2018.


Il 31 dicembre è finalmente arrivato, l'anno giunge al termine e con esso ho fatto un resoconto delle letture più belle. E' stato molto difficile scegliere, ma su 52 libri letti... soltanto 5 sono stati gli "eletti".


Sicuramente non potrete perdervi la bellezza di questo libro. E' stato una delle prime collaborazioni che ho avuto. Attraverso una scrittura coinvolgente Rebecca Fox ci trasporta nelle vite di Ren e Shin. Recensione completa, click qui .

Sinossi: È possibile sottrarsi al proprio destino? È questo che Ren si domanda mentre lotta disperatamente per salvare il fratello minore Shin dalla malattia che lo divora a poco a poco. Si troverà di fronte ad un bivio: risvegliare la magia sigillata nel fratello, facendo riemergere in lui i ricordi di un orrendo passato, oppure sacrificare se stesso per curarlo, lasciandosi divorare, però, dalla magia delle Tenebre. Ma il potere della Luce, così ardente in Ren, e così da lui odiato, attirerà attorno al ragazzo i leggendari Cavalieri della Luce ed il loro Signore, Antares, dando vita ad un vortice di eventi che intreccerà indissolubilmente le vite dei due fratelli al Regno della Magia.  Destino o libero arbitrio? Luce o Tenebre? A Ren la scelta...



Ho conosciuto questo romanzo sempre  grazie a una collaborazione, e devo ammettere che ne sono rimasta piacevolmente colpita. Non ho mai amato gli scenari post-apocalittici ma attraverso la sua scrittura l'autrice ci fa avventurare in una missione... ovvero quella della sopravvivenza. Recensione completa, click qui .

Sinossi: Primo capitolo della Contact Saga. Se l'inaspettato stravolgesse d'un tratto la tua esistenza, a cosa saresti disposto per sopravvivere? A quali valori ti aggrapperesti e quali altri perderebbero invece d'importanza? Liz non si è mai posta domande del genere, perché dovrebbe? La sua vita è all'apparenza perfetta: ha una famiglia che la ama, buoni risultati a scuola ed è la più popolare del suo anno. Ma se accadesse l'impensabile? In un giorno come tanti altri, dal cielo arrivano gli "Esterni" e le loro intenzioni non sono affatto pacifiche. Persi i genitori, Liz dovrà fare una scelta: arrendersi agli invasori o lottare con tutte le sue forze nel tentativo di salvare il fratellino? Rassegnarsi vorrebbe dire diventare burattini nelle mani degli Esterni, mentre opporsi significherebbe combattere, resistere. Quale alternativa fa per Liz? Quella che potrà donare ancora un briciolo di speranza in ciò che resta dell'umanità? E, in tutto questo, fidarsi del misterioso Finn potrebbe essere la decisione giusta?





"Il circo della notte" l'ho cercato per mesi e appena l'ho visto disponibile su Ibs non ho potuto fare a meno di prenderlo. Se siete amante dei fantasy e nella storia amate un po' di storia d'amore... Beh, è il libro che fa per voi. E' un libro a cui bisogna dare sempre una possibilità.

Sinossi: Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l'insegna in bianco e nero che dice: "Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all'aurora". È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l'umana fantasia dispiega l'infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l'albero dei desideri, il giardino di ghiaccio,.. Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all'unico scopo di dimostrare una volta per tutte l'inferiorità dell'avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l'uno dall'altra: l'amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.



Un libro che sicuramente non può mancare nella mia libreria è questo. Una vera e proprio scoperta, mi spaventava la mole del libro e invece le pagine sono volate e mi sono ritrovata a fine libro senza parole.

Sinossi: Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d'America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell'oceano. Convinto dell'innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent'anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.





Mi mancano pochissime pagine alla fine e si è aggiudicato un posto nei libri più belli, "Magic" è sorprendente. Mai mi sarei aspettata un certo coinvolgimento con la storia. Ho già ordinato il secondo e non vedo l'ora di scoprire di più su Kell e Lila.

Sinossi: Kell è uno degli ultimi maghi rimasti della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono infatti la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, dove accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell'Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio iii nella Londra Bianca, la più noiosa delle versioni di Londra, quella senza alcuna magia. Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere anche solo piccoli scorci di realtà che non potrebbero mai vedere. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e adesso Kell comincia a rendersene conto. Dopo un'operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale e infine lo costringe a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se si vuole continuare a giocare prima di tutto bisogna imparare a sopravvivere...




Qual è stato per voi il più bel libro nel 2018? Sono davvero curiosa, non vedo l'ora di scoprirli... Vi aspetto nei commenti.
 

sabato 29 dicembre 2018

E' l'ora del tea...











Finalmente riesco a essere un po' attiva sul blog, dato che siamo in vacanza ho pensato di dedicare questi ultimi giorni di dicembre a dei post molto soft. Infatti oggi vi consiglio le mie serie preferite, quelle che ho terminato e quelle che sto guardando... Non essendo una serializzata, ho un brutto vizio di iniziare migliaia serie e non terminarle. Quelle che sto vedendo e ho visto, sono le uniche di cui vado fiera.

Le mie serie Tv preferite che ho terminato:

Scrubs - Medici ai primi ferri
Ammetto che questa è stata una serie consigliata da fidanzato, anzi tutte le serie che mi ha consigliato (cioè due) per me sono diventate le preferite. Scrubs non è solo una serie TV "che fa ridere", ha importanti valori e qualche volta ti strappa anche un sorriso accompagnato dall'amarezza. Vi lascio la trama qui sotto.

Trama: Il primo episodio introduce John Michael Dorian, soprannominato più semplicemente J.D., e il suo miglior amico Christopher Turk nel loro primo giorno di tirocinio all'Ospedale Sacro Cuore. J.D. conosce in sequenza il dottor Perry Cox, suo riluttante mentore; Elliot Reid, una compagna di internato un po' svitata di cui subito s'innamora; l'Inserviente senza nome, il cui unico scopo è rendere impossibile l'esistenza di J.D. all'interno della struttura ospedaliera; il primario di medicina, il dottor Robert Kelso, che sembra essere più preoccupato del budget che della salute e del destino dei suoi pazienti; e la capo infermiera Carla Espinosa, abituata a prendere sotto la sua ala protettrice i nuovi arrivati.

 Skins:
Quante lacrime versate per questa serie, che si suddivide in 3 generazioni ma io ho visto solo le stagioni dedicate alla prima e alla seconda. Non riuscivo a non vedere gli altri personaggi, mi mancavano i precedenti. Molti personaggi sono stati esempio nella mia adolescenza, e col senno di poi mi piacerebbe rivederla. 

Trama:  La storia ruota attorno alla vita di un gruppo di ragazzi, dai sedici ai diciotto anni, che vivono nella cittadina di Bristol, in Inghilterra. Ogni episodio tratta un personaggio in particolare tra i protagonisti, approfondendone le vicende; tuttavia sono molteplici le situazioni sviluppate lungo il corso della serie. Il titolo della serie fa riferimento al termine gergale inglese per indicare la carta leggera usata per preparare sigarette di qualsiasi tipo.

Le mie serie TV preferite, ma che sto ancora vedendo:

 How to get away with a murder:
 Consigliatami da mia madre, un pomeriggio di noia decido di iniziarla. E devo dire che è una bomba! In particolar modo la prima stagione, e vorrei dirvi... Ma come si fa a non amare la determinazione dell'avvocato Annalise Keating. Vi lascio tutta la trama poichè non vorrei cadere in spoiler.

Trama: La carismatica Annalise Keating, stimato avvocato e docente di diritto penale, insegna presso una prestigiosa università di Filadelfia, la Middleton University. Con la collaborazione di Wes Gibbins, Laurel Castillo, Michaela Pratt, Connor Walsh e Asher Millstone, i cosiddetti «Keating Five», ovvero cinque studenti scelti per assisterla nei casi giudiziari, e dei suoi associati Bonnie e Frank, Annalise si ritrova a dover affrontare vari processi. Particolarmente rilevante è il caso di omicidio della studentessa Lila Stangard.

 How I met your mother:
 Avevo sempre snobbato questa serie... Ma ora me ne pento amaramente, sono all'inizio della sesta stagione e mi ritrovo a pensare: "MA PERCHE' NON L'HO INIZIATA PRIMA!". Come "Scrubs", può sembrare una serie abbastanza sciocca ma non è così. Quando la si guarda non ci si rende nemmeno conto del tempo che passa, e a "causa" della sua leggerezza non ci si rende conto nemmeno di quanti episodi si ha appena visto.

Trama: Nell'anno 2030 Ted Mosby, un affermato architetto, inizia a raccontare ai suoi due figli gli eventi che, a partire da venticinque anni prima, lo hanno portato a conoscere quella che sarebbe diventata la sua futura moglie e loro madre. Ted inizia così a ricordare di quando, nel 2005, era soltanto un giovane ragazzo a New York, single e ancora all'inizio della sua carriera, ma alla costante ricerca dell'anima gemella. Ted viveva assieme ai suoi storici amici Marshall Eriksen e Lily Aldrin, una giovane coppia di innamorati, fidanzati dai tempi del college. La loro combriccola era completata da Barney Stinson, un ricco e impenitente donnaiolo conosciuto per caso. Ted inizia a raccontare la storia a partire dal giorno in cui ha conosciuto Robin Scherbatsky, una ragazza canadese appena arrivata in città, reporter in una piccola emittente televisiva locale, che presto si unisce al gruppo d'amici e con la quale il giovane instaura un complicato rapporto di amicizia/amore. 

Fatemi sapere nei commenti se conoscevate queste serie, e se l'avete viste mi piacerebbe sapere i vostri pareri su di esse.
Vi aspetto nei commenti!